venerdì 27 giugno 2008

il primo cassetto

Eccomi qui davanti al primo cassetto da aprire: il cassetto sembra proprio quello di una tipografia.. E' suddiviso in piccoli scomparti di dimensioni diverse e in ognuno ci sono piccoli oggetti curiosi : un sasso che sembra un panino al formaggio trovato al mare cento anni fa, una minuscola bottiglia con dentro un minuscolo messaggio, due bamboline-segnalibro di carta a fiori, giapponesi, antiche, almeno quanto me perchè me le regalarano che ero proprio piccola... palline rimbalzine variegate (almeno dieci) una biglia di argilla bianca trovata al bordo della strada ( una biglia ammazzapiccioni???!), un bottone a forma di chiocciola, gocce di cristallo sbrecciate reperite in un campo.. bottoni di madreperla usurati quantobasta, un foglio di ricette scritto fitto fitto e assai malamente da mia nonna ( quella scrittura tremolante da bambina di ottant'anni).. un sacchettino con dentro una perlina di una collana che mi piaceva,tanti altri tesori e zavaglini che non si sa da quanto (e forse anche perchè) conservo gelosa, ogni volta ritrovando lo stesso piacere e provando lo stesso stupore a rigirarmeli tra le mani.. e che ogni volta mi innescano pensieri e idee che come bombe divertenti mi esplodono nella testa quando meno me lo aspetto.
Questo blog sarà pieno di idee trovate e raccolte o nate spontaneamente chissà come.. e tanto altro venuto a galla di tanto in tanto..

3 commenti:

emanuela paradiso ha detto...

Cara cecilia,
visitando il tuo blog mi è sembrato di capire che abbiamo parecchie cose in comune...

"In bocca al lupo" per tutto
Emanuela

cecilia ha detto...

grazie. crepi il lupo!

papavero di campo ha detto...

Unisci sogno
a realtà e fluisce gioia
di giocoliere.

(mio haiku del 3 maggio 2001)

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog